meditazione

In questi giorni di “quarantena” si finisce per accumulare una grande quantità di stress, che non sempre riusciamo a gestire in modo abbastanza efficiente.

Non siamo sicuri di nulla, in un contesto in cui eravamo abituati a scadenze e impegni precisi. La casa da gestire, i figli e i famigliari, il lavoro o la necessità di uscire non ci permettono di rilassarci. Tuttavia, ora più che mai, è importante riuscire a mantenere il controllo, capendo come gestire e dissipare lo stress che si accumula.

Seppur sembri quasi impossibile, gestire lo stress e la pressione, non è così tanto difficile. In nostro aiuto accorrono alcune semplici tecniche e, soprattutto, la meditazione. Ritrovare il proprio equilibrio è importante, e non dovremmo sottovalutare questa necessità o potremmo finire per uscire da questa situazione a pezzi.

L’importanza del rilassamento

Per staccare un po’ dalla fatica che la “quarantena” ci causa potremmo ricorrere, innanzitutto ad alcune semplici accortezze. Seguendole ci renderemmo conto di quanto poco basti per alleviare, almeno in parte, lo stress, riuscendo a focalizzarci di più su ciò che è veramente importante.

Sembrerà un passo quasi impossibile da compiere, ma spegnere il cellulare può essere di grande aiuto. Siamo, infatti, abituati ad una connessione costante che in questo periodo si trasforma in un flusso infinito di informazioni che ci destabilizzano e confondono. Basta tenere premuto a lungo il tasto di spegnimento del telefono (o anche solo utilizzare la modalità aereo) e il gioco è fatto, bastano poche ore per riuscire a distinguere meglio ciò che è importante da quello che non lo è.

Anche una doccia o un bagno caldo al giorno possono fare molto per la nostra salute psicofisica. L’acqua calda che batte sulle spalle, oppure le candele che profumano il bagno e le bollicine del sapone ci fanno staccare dalla nuova routine che non riusciamo a gestire, aiutandoci a riappropriarci di noi stessi. Se aggiungiamo anche un po’ di musica in sottofondo sarà tutto più semplice.

Un aiuto dalla meditazione

Se le accortezze non dovessero bastare potremmo ricorrere anche ad un paio di esercizi di meditazione, molto semplici e alla portata di tutti.
Una volta spento il telefono e finito il bagno rilassante potremmo provare a concentrarci sulla respirazione. Controllare il respiro può rivelarsi piuttosto complicato inizialmente ma prenderemo la mano abbastanza in fretta. Alternare ispirazione ed espirazioni ad intervalli di 30 secondi l’una, con uno stacco di 5 nel mezzo ci aiuta ad allontanare i pensieri negativi con un notevole effetto rilassante.

Un’altra pratica efficace è l’allungamento muscolare. Molto simile ad uno stiracchiamento appena svegli, basterà allungarci verso l’alto per 30 secondi riuscendo così a rilassare i muscoli e i nervi.
È importante anche, almeno una volta al giorno, che ci ricordiamo di concentrarci su noi stessi, allontanando le preoccupazioni per gli altri. Ritagliarsi un po’ di spazio e un luogo per se stessi potrebbe non essere facile, ma quando riusciremo a farlo ci renderemo conto del notevole influsso che può avere sulla nostra mente.

Leggi anche:  

Come ridurre lo stress con pochi e semplici gesti quotidiani
Meditazione: hai mai pensato di provarla? Ecco 10 consigli per iniziare
Le potenzialità della musicoterapia contro stress, ansia e depressione