Vai al contenuto

Metodo Kneipp: ecco come dire addio alla cellulite

Metodo Kneipp: ecco come dire addio alla cellulite

metodo-kneipp1

Arriva dal Trentino-Alto Adige, precisamente da Brixen, ovvero Bressanone, nella provincia autonoma di Bolzano, la dottrina della salute che considera corpo, anima e spirito come un’unica entità complessa; questo è il metodo Kneipp, che prende il nome dal parroco Sebastian Kneipp. Oggi questa pratica viene portata avanti, con estrema professionalità nella casa di cura del Dottor Von Guggenberg.

È una filosofia complessa

Come si può intendere, si tratta di una dottrina, quindi una filosofia complessa, con radici profonde, ma a quanto pare possiamo portare nella nostra vita di tutti i giorni qualche piccolo consiglio, ad esempio combattere il nostro nemico numero uno, la cellulite!

metodo-kneipp2

Spazzola e doccia fredda

Durante un’intervista di Adnkronos, la dott.ssa Giovanna Von Guggenberg spiega: “Contro la cellulite suggerisco di utilizzare una spazzola tutte le mattine o magari una volta ogni due, tre giorni, da affiancare a un’alimentazione equilibrata e a un altro piccolo trucchetto: ricordarsi ogni mattina di passare un po’ d’acqua fredda a fine doccia. Si inizia dalla parte destra e si arriva fino al dorso e alle braccia, oltre alla schiena. Questo aiuta sia contro la cellulite che a riattivare la circolazione e a stare bene”.

Un percorso preciso

Il metodo consisterebbe appunto nel prendere una spazzola di setole morbide ed eseguire un percorso preciso, come descrive il Direttore Sanitario Antonino Pettinato: “dal piede destro verso l’alto, da sotto verso sopra, poi la parte esterna della gamba e quella interna”. La frizione su tutto il corpo dovrà durare 2-3 minuti.
Questo farà si che la circolazione si riattivi e, se fatto con costanza, darà degli ottimi benefici, all’aspetto, alla luminosità dell’epidermide e alla consistenza stessa: infatti, la pelle sin da subito sarà più liscia al tatto e, dopo una settimana o due, il colore inizierà ad apparire più omogeneo.

metodo-kneipp3

Usa anche l’acqua come alleato

Inoltre, per aumentare i benefici del trattamento è consigliato di procedere seguendo lo stesso percorso effettuato con la spazzola, ma questa volta con il tubo della doccia, alternando getti di acqua fredda e getti di acqua calda (attenzione a non scottarvi!). Quindi armatevi di pazienza e spazzola e date il via alla battaglia contro la buccia d’arancia, anche perché l’ estate si avvicina.