x

x

Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Burnout materno: Come affrontare lo stress e ritrovare l’equilibrio nella vita di mamma

Burnout materno: Come affrontare lo stress e ritrovare l’equilibrio nella vita di mamma

Il burnout materno è una realtà molto diffusa tra le mamme di tutto il mondo, che spesso si trovano a fare i conti con uno stress eccessivo e un senso di eccessivo impegno nella gestione delle molteplici sfide quotidiane. Affrontare il ruolo di madre è una delle esperienze più gratificanti, ma può anche essere estremamente faticoso, portando le mamme a sentirsi esauste, sopraffatte e persino isolate. Questo stress prolungato può portare al burnout materno, un problema serio che può influenzare negativamente la salute fisica e mentale della madre e, indirettamente, quella dei figli.

Questo articolo si propone di esplorare cosa sia il burnout materno, come riconoscerlo, quali sono gli effetti sui figli e come affrontarlo per ritrovare l’equilibrio nella vita di mamma.

Leggi anche: Isolamento, Stress e Insonnia: come tornare a riposare bene

Che cos’è il burnout materno?

Il burnout materno è una condizione in cui le madri sperimentano una sensazione di esaurimento fisico ed emotivo, arrivando persino a dubitare delle loro capacità, spesso causato da uno stress eccessivo e cronico legato al ruolo di genitore (Roskam, Raes e Mikolajczak, 2017).

Si può manifestare in varie forme e avere un impatto significativo sulla qualità della vita della mamma e sulla sua capacità di svolgere il ruolo di genitore in modo soddisfacente.

mamma con in braccio il figlio neonato

Come riconoscere burnout

Sintomi del burnout materno:

Il burnout materno, come abbiamo visto, è un complesso stato di esaurimento fisico ed emotivo che può manifestarsi attraverso una serie di sintomi interconnessi, i quali spesso si sommano per creare una pesantezza emotiva difficile da sopportare.

Ecco i principali:

1. Affaticamento costante

Uno dei segni distintivi è l’affaticamento costante. Anche dopo una notte di sonno, può sentirsi completamente svuotata di energie, incapace di affrontare le richieste quotidiane con la stessa vivacità di prima. Questo senso di stanchezza può rendere ogni attività, anche le più semplici, un vero e proprio sforzo, minando la motivazione e la gioia nel compiere gesti che un tempo portavano soddisfazione.

2. Irritabilità e ansia

Le mamme che soffrono di burnout possono trovarsi a combattere con l’irritabilità e l’ansia in modo quasi continuo. Anche situazioni banali possono provocare reazioni emotive esagerate e scatti di nervosismo. L’ansia può essere costante, accompagnando la madre nelle sue giornate e impedendole di rilassarsi, portando a una sempre presente sensazione di tensione emotiva.

3. Sentimenti di inefficacia

La madre può sviluppare l’impressione di non farcela, di non essere all’altezza del ruolo di genitore, e può essere pervasa da sensi di colpa per eventuali errori o momenti di debolezza. Questa percezione di non essere una “buona madre” può erodere l’autostima e minare la fiducia nelle proprie capacità, creando un circolo vizioso che alimenta ulteriormente il burnout.

4. Disturbi del sonno e dell’appetito

La madre può trovare difficile addormentarsi o restare sveglia a causa di preoccupazioni e pensieri ricorrenti. Allo stesso modo, possono verificarsi cambiamenti nell’appetito, portando a episodi di ipo o iperfagia. Questi disturbi possono a loro volta avere un impatto negativo sulla salute fisica e mentale della madre, peggiorando la situazione generale.

5. Isolamento sociale

A causa della costante stanchezza emotiva e fisica, può diventare difficile per la madre partecipare a eventi sociali o mantenere contatti con amici e familiari. L’isolamento sociale può aumentare il senso di solitudine e la sensazione di non essere compresa, alimentando ulteriormente lo stress e il malessere.

6. Perdita di interesse

Il burnout può portare a una perdita di interesse per attività che un tempo erano piacevoli e gratificanti. Ciò può includere hobby, passatempi o momenti di relax che la madre apprezzava prima. La perdita di interesse può farle sentire ancora più svuotata e priva di gioia, contribuendo a un senso generale di apatia e sfiducia nel futuro.

Test per il burnout materno

Esistono anche dei test e dei questionari sviluppati da professionisti della salute mentale per aiutare le mamme a valutare il proprio livello di burnout e prendere coscienza della situazione.

Questi test possono essere un ottimo punto di partenza per capire se si sta vivendo il burnout materno e se è il caso di prendere provvedimenti.

Riconoscere questi sintomi è fondamentale per poter affrontare adeguatamente la situazione e trovare il supporto necessario per uscirne.

Come uscire dello stato di isolamento e ansia

Affrontare il burnout materno è un processo che richiede tempo, pazienza e sostegno.

Ecco alcune strategie che possono aiutare le mamme a uscire da questa situazione difficile, ma ricorda che l’aiuto di un professionista è fondamentale e fortemente consigliato:

  1. Chiedi aiuto: Non è sbagliato chiedere aiuto, sia a livello pratico che emotivo. Condividere i propri sentimenti con il partner, familiari o amici fidati può essere un primo passo importante.
  2. Cerca il supporto di altre mamme: Unirsi a gruppi di sostegno per mamme può essere utile per condividere esperienze simili e sentirsi meno sole.
  3. Prenditi del tempo per te stessa: Trova momenti di relax e svago. Non trascurare il tuo benessere fisico e mentale.
  4. Organizza il tuo tempo: Fai una lista delle priorità e sii realistica riguardo a quello che puoi raggiungere in un giorno.
  5. Chiedi una pausa: Se possibile, prenditi una pausa dalla routine quotidiana e concediti del tempo lontano dagli impegni.
  6. Cerca aiuto professionale: In alcuni casi, potrebbe essere necessario rivolgersi a uno psicologo o a un consulente per affrontare la situazione in modo più strutturato.

Effetti del burnout materno sui figli

Il burnout materno non influisce solo sulla madre stessa, ma può anche avere conseguenze significative sui figli. I bambini sono molto sensibili alle emozioni dei genitori e possono percepire quando la mamma è stressata o emotivamente distante. Ciò può influenzare il loro sviluppo emotivo e comportamentale, causando ansia, problemi di comportamento e difficoltà relazionali.

bambino che piange contro un muro

Il burnout materno è una sfida significativa per molte mamme, ma è importante riconoscerlo e affrontarlo per il bene della madre stessa e dei suoi figli. Con il sostegno adeguato e l’adozione di strategie per gestire lo stress, le mamme possono ritrovare l’equilibrio nella loro vita e godere appieno dell’esperienza unica e gratificante di essere genitori.

Non esitare a chiedere aiuto e a prenderti cura di te stessa, perché una madre sana e felice sarà sempre in grado di offrire il meglio ai propri figli.

Argomenti