frutti-rossi-proprietà-benefici

I frutti rossi, oltre ad essere gustosi e dissetanti, hanno molte proprietà che aiutano l’organismo a restare in forma. Ma quali sono nello specifico? Possono essere consumati da tutti anche da chi è a dieta? Inserirli nella propria alimentazione quotidiana può avere delle controindicazioni? Scopriamo tutte le proprietà e i benefici dei frutti rossi per la nostra salute.

Le proprietà dei frutti rossi

Quando si parla di frutti rossi, si fa riferimento ad una categoria di frutta molto numerosa che comprende: le fragole, le ciliegie, i lamponi, i mirtilli, le more, i ribes e le bacche di Goji.

Tutti questi alimenti sono ricchi di fibre, sali minerali e antiossidanti, come i flavonoidi, i polifenoli, i carotenoidi, le antocianine e le vitamine C ed E, che hanno la funzione di contrastare i danni da radicali liberi, lo stress ossidativo e l’invecchiamento cellulare. Inoltre la polpa, essendo composta principalmente di acqua, sono frutti a basso contenuto calorico ed è praticamente assente quello proteico. Ad esempio: 100 gr di fragole contengono 27 kcal, le ciliegie 38 kcal e le more il 36 kcal.

I benefici dei frutti rossi per l’organismo

Dal momento che i frutti rossi sono un vero e proprio alleato per mantenersi in buona salute, sarebbe importante inserirli regolarmente nella propria dieta e, sembrerebbe che già con 3 porzioni a settimana da 90g si apportino grossi benefici per la salute. Difatti, il consumo costante di questi, oltre ad essere antinfiammatori e antitumorali, aiutano a migliorare la salute intestinale, hanno una funzione preventiva e curativa sulle infezioni del tratto urinario, come ad esempio la cistite, abbassano il colesterolo nel sangue e migliorano la circolazione. Infatti, sono molto consigliati per le donne che soffrono di problemi alla circolazione sanguigna delle gambe.

Controindicazioni dei frutti rossi

Le controindicazioni sono praticamente assenti ma rimane ovvio che, i frutti rossi non devono essere consumati dalle persone allergiche. Inoltre, sono sconsigliati i mirtilli per chi soffre di calcoli renali e i frutti più acidi per chi è soggetto al reflusso gastrico.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici su Facebook!

Leggi anche:

Semi di Chia: proprietà benefiche

I carciofi: alleati del fegato

Cicerchie: per cuore, denti e ossa