Melograno

Il melograno è una pianta originaria dell’Asia occidentale, ma sin dai tempi degli antichi Greci e dei Romani la sua coltivazione si è diffusa anche nel bacino del Mediterraneo. Già da quel tempo se ne conoscevano i benefici tanto da essere considerata una pianta medicinale e dai poteri esoterici. Ad oggi, a buon diritto, il melograno è considerato un super food, utile alleato per la salute del nostro corpo.

I benefici nutrizionali della melagrana

Il frutto del melograno – la melagrana – è ricco di principi nutritivi utili al benessere del nostro organismo.

È un frutto ricco di vitamina C, provitamina A e vitamine del gruppo B. È privo di colesterolo e contiene  solo circa 60 Kcal per 100 grammi di prodotto. Contiene una grande quantità di acqua e sali minerali come il ferro, il potassio, lo zinco e il manganese. La melagrana è un frutto che può essere consumato quotidianamente perché, grazie alle sue caratteristiche nutrizionali ed antiossidanti, ci aiuta a contrastare l’invecchiamento e i radicali liberi oltre ad essere molto gustoso. 

Quali malattie può prevenire

La melagrana può essere un ottimo alleato per contrastare diverse patologie. Innanzitutto può essere consumato anche da coloro che seguono una rigida dieta ipocalorica. Favorisce il corretto assorbimento intestinale e protegge lo stomaco. La presenza di fibre contribuisce a prevenire e a curare la stipsi. Migliora l’aspetto della pelle e sembra essere in grado di proteggerla dai tumori grazie alle antocianine, sostanze che limitano i danni dei raggi UV. Regola la pressione sanguigna e contrasta il colesterolo cattivo. Inoltre, grazie alla presenza di tannini ed acido ellagico la melagrana svolge anche un’importante funzione antibatterica e antinfiammatoria. Aiuta le donne a contrastare la sindrome premestruale e può essere un valido alleato durante la menopausa. Ma non solo. Secondo diversi studi il regolare consumo di melagrana potrebbe aiutare a diminuire il rischio di cancro al seno e a proteggere il cervello dal naturale deterioramento dovuto all’invecchiamento. In generale, la melagrana è un alimento che migliora la salute, che tonifica il corpo e che migliora anche l’umore.

Come assumere la melagrana

La melagrana è un frutto particolarmente versatile. Può essere mangiato al naturale, a fine pasto o come spuntino. È un ottimo ingrediente per la preparazione di dolci ma anche di insalate, primi piatti e contorni. A colazione possiamo berne il succo per iniziare la giornata con una dose extra di energia. In commercio sono disponibili anche tisane ed integratori utili sia per variarne le modalità di assunzione sia per acquisirne i benefici anche nei periodi dell’anno in cui non è disponibile il frutto fresco.

Quando è meglio evitare la melagrana 

Come qualsiasi altro alimento non bisogna eccedere nelle dosi. La somministrazione consigliata è di un frutto al giorno o, in alternativa, di un bicchiere di succo o tisana. Al netto di coloro che manifestano un’allergia alla melagrana, le persone che dovrebbero evitarla sono coloro che soffrono di reflusso gastrico o acidità di stomaco poiché si tratta di un frutto particolarmente acido. Infine, per le persone che assumono farmaci anticoagulanti, è bene un consulto del proprio medico curante prima di decidere se assumere o meno la melagrana.

Leggi anche:

Broccoli e piante crocifere: tutti i benefici di questi preziosi vegetali

Liquirizia: le proprietà che aiutano la pelle e il corpo

L’abecedario dell’alimentazione per affrontare il freddo: le vitamine