x

x

Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Carbossiterapia per le occhiaie: in cosa consiste il trattamento?

Carbossiterapia per le occhiaie: in cosa consiste il trattamento?

La carbossiterapia è una tecnica di medicina estetica che utilizza l’anidride carbonica (CO2) come agente terapeutico. La CO2 viene iniettata sotto la pelle tramite una siringa con un ago molto sottile o tramite un laser che emette un fascio di luce infrarossa. Si usa per contrastare inestetismi come occhiaie, cellulite, smagliature e cicatrici.

L’obiettivo è di stimolare la circolazione sanguigna, l’ossigenazione dei tessuti e la produzione di collagene, migliorando così l’aspetto della pelle. Non è da considerarsi un intervento chirurgico, ma solo un trattamento di medicina estetica.

Questo tipo di trattamento è stato scoperto quasi per caso nel 1930 in Francia alle Royal Terme contenenti molta CO2 nelle acque, i bagnanti si resero conto che la loro pelle migliorava di aspetto considerevolmente e anche in caso di ferite queste guarivano molto velocemente.

Perché la carbossiterapia è efficace anche per le occhiaie?

Le occhiaie sono un inestetismo che colpisce molte persone, sia uomini che donne, e che può avere diverse cause, tra cui la genetica, lo stress, la stanchezza, l’alimentazione o il fumo. Si tratta di una zona del viso molto delicata, dove la pelle è più sottile e trasparente, e dove i capillari venosi appaiono più evidenti, conferendo un aspetto scuro e affaticato allo sguardo.

La carbossiterapia, che può essere effettuata su varie zone del viso, agisce sulle occhiaie riducendo la congestione dei capillari, attenuando il colore scuro della pelle e prevenendo il rilassamento cutaneo. In questo modo, si dona al viso un aspetto più luminoso e riposato.

carbossiterapia occhiaie, volto femminile con sguardo riposato

Come si svolge il trattamento a base di CO2?

Il trattamento di carbossiterapia per le occhiaie può essere effettuato tramite due modalità: l’infiltrazione o il laser.

Nel primo caso, si utilizza una siringa con un ago molto sottile per iniettare piccole quantità di CO2 sotto la pelle. Nel secondo caso, si utilizza un apparecchio laser che emette un fascio di luce infrarossa che penetra nella pelle e trasporta la CO2 nei tessuti. Entrambe le modalità sono poco invasive e poco dolorose, e richiedono solo una leggera anestesia locale.

Durata del trattamento occhiaie

Il trattamento di carbossiterapia occhiaie ha una durata di circa 15-20 minuti e non comporta gravi effetti collaterali. Al massimo, si possono verificare lievi gonfiori, arrossamenti o ecchimosi nella zona trattata, che scompaiono nel giro di poche ore o giorni.

Dopo il trattamento, si può riprendere subito le normali attività quotidiane, ma è necessario evitare l’esposizione al sole o al calore per qualche giorno.

Numero di sedute necessarie e costi

Per ottenere dei risultati visibili ed efficaci con la carbossiterapia occhiaie, si consiglia di effettuare almeno 6 sedute di carbossiterapia, a intervalli di 15 giorni. I risultati sono progressivi e duraturi nel tempo, ma non permanenti. Per mantenere i benefici ottenuti, si può ripetere il trattamento ogni 6-12 mesi.

Il prezzo della carbossiterapia per le occhiaie può variare in base alla tecnica utilizzata (infiltrazione o laser), al numero di sedute necessarie, all’esperienza e alla reputazione del medico o della clinica che la esegue.

In generale, si può stimare che una seduta di carbossiterapia per le occhiaie abbia un costo compreso tra 80 e 150 euro. Per un trattamento completo, che richiede almeno 6 sedute, il costo totale può variare tra 400 e 900 euro.

Questi sono solo dei prezzi indicativi, che possono cambiare in base ai casi specifici. Per avere un preventivo accurato e sempre bene consultare siti apposito dove trovare specialisti di medicina estetica qualificati, che possano valutare la situazione e stabilire il trattamento più adatto.

Carbossiterapia occhiaie: possibili effetti collaterali

La carbossiterapia è un trattamento efficace per combattere le occhiaie e donare al viso un aspetto più luminoso e riposato. Tuttavia, non è adatto a tutti i tipi di occhiaie e non sostituisce una corretta cura della pelle e uno stile di vita sano.

Come ogni trattamento, ha anche dei possibili effetti collaterali e delle controindicazioni a cui è bene prestare attenzione:

  • Tra gli effetti collaterali più comuni ci sono, come già anticipato, lievi gonfiori, arrossamenti o ecchimosi nella zona trattata, che scompaiono nel giro di poche ore o giorni. In alcuni casi, si può avvertire anche un leggero dolore o fastidio durante o dopo le iniezioni.
  • Tra le controindicazioni più gravi ci sono le malattie cardiovascolari, respiratorie, renali, emorragiche o infettive, la gravidanza e l’allattamento, l’uso di farmaci immunosoppressori o anticoagulanti, la chemioterapia e le neoplasie. In questi casi, la carbossiterapia è assolutamente sconsigliata.

Per tutti questi motivi, è dunque importante rivolgersi a uno specialista di medicina estetica qualificato e competente, che possa valutare il caso specifico e consigliare il trattamento più adatto al persona in base anche a eventuali patologie pregresse.

LEGGI ANCHE:

Dry Brushing anti-cellulite in 5 semplici passi

Gua sha massaggio: Riduci le rughe e migliora la circolazione con questo antico massaggio

Cosmetici con probiotici: Scopri il segreto per una pelle sana e luminosa con i prodotti probiotici

Argomenti