Olio-di-cocco-salute-capelli

L’olio di cocco è un grasso vegetale estremamente diffuso e versatile. Può essere utilizzato in campo alimentare (con parsimonia perché molto calorico) ma anche in ambito cosmetico. Ottimo per massaggi, cura della pelle e per la preparazione di scrub per il viso o il corpo, l’olio di cocco è anche un prezioso alleato per la salute dei capelli; scopriamo perché.

Olio di cocco: un balsamo naturale

A differenza di molti altri oli e balsami, l’olio di cocco è composto principalmente da acidi grassi a catena media che penetrano nel capello molto più velocemente.

Questa caratteristica lo rende ottimo come balsamo sui capelli umidi. Dopo aver lavato i capelli con lo shampoo, applicate l’olio (precedentemente scaldato) sulle lunghezze e districateli aiutandovi con le dita o con un pettine a denti larghi. Lasciate in posa per qualche minuto e risciacquate.

L’olio di cocco per la cura dei capelli crespi e danneggiati

Se i vostri capelli sono particolarmente rovinati o secchi, potete dedicare un giorno della settimana ad una maschera pre-shampoo super idratante e nutriente, per risanarli e renderli lucidi e vitali. Inumidite i capelli con un po’ d’acqua e scaldate l’olio di cocco sino a renderlo fluido. Applicatelo sui capelli iniziando dalle radici e massaggiando la cute. Successivamente passate alle lunghezze e coprite l’intera chioma con una cuffia da doccia o un asciugamano. Lasciate agire per un paio d’ore e poi lavate accuratamente i capelli per eliminarne ogni traccia.

Un olio, mille usi

Oltre a quelli più diffusi appena citati, questo grasso vegetale può aiutarci anche ad eliminare la forfora se massaggiato delicatamente sulla cute e risciacquato con acqua tiepida. Utilizzarlo periodicamente come maschera, stimola la crescita più rapida dei capelli, grazie al mix di vitamine e acidi grassi presenti al suo interno. Nonostante si tratti di un prodotto grasso, l’olio di cocco nutre i capelli e il cuoio capelluto senza appesantire, anzi, aiuta a liberare i follicoli piliferi dal sebo in eccesso. Per chi ha i capelli ricci può essere applicato in piccole quantità sulle punte anche quotidianamente per rendere i ricci più definiti e lucenti. Infine, coloro che tingono a casa i capelli, possono aggiungerlo alla propria crema colorante. In particolare chi usa l’henné, può miscelare l’olio di cocco al composto per ottenere una tinta più brillante e duratura.

Leggi anche

Scopri la ricetta per lo scrub viso e labbra all’olio di cocco e cacao amaro

Ciglia deboli? Prova questo rimedio naturale a base di olio di cocco!

I tuoi capelli sono deboli, sfibrati e si spezzano? Forse stai commettendo uno di questi errori!