x

x

Vai al contenuto
Messaggio pubblicitario

Perché si forma e come eliminare una cisti sebacea

Perché si forma e come eliminare una cisti sebacea

Una cisti sebacea è una formazione sottocutanea di natura benigna, che si presenta come una protuberanza rotondeggiante e morbida, di colore simile a quello della pelle circostante. Si tratta di un accumulo di sebo, il grasso prodotto dalle ghiandole sebacee, che si forma quando queste ghiandole si ostruiscono o si danneggiano. Le cisti sebacee possono comparire in qualsiasi parte del corpo, ma sono più frequenti sul cuoio capelluto, sul viso, sul collo, sul torace e sulla schiena. In questo articolo, vedremo perché si formano le cisti sebacee, quali sono i sintomi, le complicazioni e i trattamenti possibili.

Come si forma una cisti sebacea

Le ghiandole sebacee sono delle strutture presenti nella pelle, che hanno il compito di produrre il sebo, una sostanza oleosa che lubrifica e protegge la pelle e i capelli. Il sebo viene rilasciato attraverso dei piccoli condotti che si aprono sui follicoli piliferi o direttamente sulla superficie cutanea. Quando questi condotti si ostruiscono o si rompono, il sebo non può defluire e si accumula sotto la pelle, formando una sacca chiusa da una membrana, detta cisti. Le cause dell’ostruzione o della rottura dei condotti sebacei possono essere diverse, tra cui:

  • Traumi locali, come graffi, ferite, punture di insetti, ecc.
  • Infiammazioni o infezioni della pelle, come acne, follicolite, dermatite, ecc.
  • Alterazioni ormonali, come quelle che si verificano durante la pubertà, la gravidanza, la menopausa, ecc.
  • Fattori genetici, come la predisposizione familiare o la presenza di alcune sindromi ereditarie, come la sindrome di Gardner o la sindrome del nevo basocellulare.
  • Fattori ambientali, come l’esposizione a calore, freddo, umidità, sostanze irritanti, ecc.
cisti sebacea, volto di donna preoccupato

Come si riconosce una cisti sebacea

Le cisti sebacee sono in genere asintomatiche, cioè non provocano dolore o fastidio. Una cisti sebacea si manifesta come una massa sottocutanea, di forma rotonda o ovale, che si può spostare facilmente sotto la pressione delle dita. La sua consistenza è semi-solida e la sua superficie è liscia o leggermente rugosa. Il suo colore è simile a quello della pelle circostante o leggermente più chiaro o più scuro. Le sedi più frequenti in cui si formano le cisti sebacee, come accennato, sono il cuoio capelluto, il viso, il collo, il dorso, il torace, le ascelle, l’inguine e i genitali.

Le dimensioni delle cisti sebacee possono variare da pochi millimetri a diversi centimetri, e possono rimanere stabili o aumentare nel tempo. In genere le cisti sebacee non causano sintomi, ma possono diventare fastidiose o antiestetiche se sono molto grandi o si trovano in zone visibili o sensibili. Inoltre, le cisti sebacee possono infiammarsi o infettarsi, a causa di traumi, sfregamenti, sudorazione o contaminazione batterica. In questi casi, la cisti diventa rossa, calda, dolente e può fuoriuscire del pus. Se la cisti si rompe, il suo contenuto può diffondersi nei tessuti circostanti e causare una reazione infiammatoria o allergica.

Complicazioni della ciste sebacea

Le cisti sebacee sono in genere innocue e non richiedono un trattamento specifico, se non per motivi estetici o per prevenire eventuali complicazioni. Le complicazioni più frequenti delle cisti sebacee sono:

  • L’infezione: se la cisti si infiamma o si rompe, può essere invasa da batteri che causano un’infiammazione più grave, con dolore, arrossamento, calore e push. Questa situazione richiede un trattamento antibiotico e, in alcuni casi, il drenaggio dell’ascesso.
  • La recidiva: se la cisti non viene rimossa completamente, compresa la sua capsula, può ricrescere nel tempo. Per evitare questo rischio, è consigliata l’asportazione chirurgica totale della cisti.
  • La reazione infiammatoria o allergica: se il contenuto della cisti si diffonde nei tessuti circostanti, può provocare una reazione del sistema immunitario, con gonfiore, prurito e eruzione cutanea.

Diagnosi e trattamento della cisti sebacea

La diagnosi di una ciste sebacea si basa sull’esame clinico, che ne valuta le caratteristiche e la localizzazione. In alcuni casi, può essere utile eseguire un’ecografia, per escludere altre patologie simili, come il lipoma.

Il trattamento di una ciste sebacea dipende dalla sua dimensione, dalla sua sede, dal suo stato infiammatorio e dalla richiesta del paziente. In genere, le cisti sebacee piccole, asintomatiche e nascoste non richiedono alcun intervento, ma devono essere monitorate periodicamente. Se la ciste si infiamma o si infetta, si può ricorrere a terapie mediche, come antibiotici, antiinfiammatori o impacchi caldi, per ridurre il dolore e il gonfiore. Tuttavia, queste terapie non eliminano la ciste, ma ne alleviano solo i sintomi.

L’unico modo per rimuovere definitivamente una cisti sebacea è l’asportazione chirurgica, che consiste nel tagliare la pelle sopra la cisti e rimuovere la cisti stessa, compresa la sua capsula. Questo intervento si può eseguire in anestesia locale, in ambulatorio, e richiede una piccola sutura cutanea. L’asportazione chirurgica è consigliata per le cisti sebacee grandi, recidivanti, infette o inestetiche, e ha lo scopo di prevenire le complicanze e migliorare l’aspetto della pelle.

Ciste sebacea: per tirare le somme

La cisti sebacea è dunque una neoformazione benigna che si origina dall’ostruzione di una ghiandola sebacea o del suo condotto. Si manifesta come una protuberanza sottocutanea, di colore e consistenza variabili, che può essere asintomatica o infiammata. Il trattamento dipende dalle caratteristiche e dalle preferenze del paziente, ma l’unico modo per eliminare definitivamente la cisti è l’asportazione chirurgica. Per prevenire la formazione o le complicanze delle cisti sebacee, è importante mantenere una buona igiene della pelle, evitare i fattori di rischio e consultare il medico in caso di dubbi o problemi.

LEGGI ANCHE:

7 rimedi efficaci per combattere i pori dilatati sul viso

Pelle asfittica: cause e rimedi per la tua bellezza

Perché ho la forfora? Cause e rimedi di questo antipatico disturbo

Argomenti