Mani ed erogatore disinfettante

Lavarsi spesso le mani è un gesto semplice ma estremamente importante. Le mani possono essere veicolo di contagio e per questo motivo è necessario mantenerle pulite nel corso della giornata. Le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ne consigliano la pulizia con sapone e acqua corrente per almeno 60 secondi ma possiamo anche utilizzare del disinfettante a base di alcol. Si acquista in farmacia o nei supermercati ma se non lo trovate è possibile anche farlo in casa utilizzando prodotti economici e facili da reperire.

Perché è così importante lavarsi le mani?

Con le mani tocchiamo tutto ciò che ci circonda: banconote, mezzi pubblici, tastiere di computer… Entriamo quotidianamente in contatto con un’enorme quantità di batteri ed agenti patogeni, spesso innocui, ma tra i quali si potrebbero nascondere anche virus pericolosi. È per questo motivo che da quando si è diffuso il Coronavirus tra le principali raccomandazioni per evitare il contagio c’è proprio quella di lavarsi le mani. In realtà è una buona pratica che dovremmo imparare a fare sempre.

Aiuta a prevenire la diffusione dell’influenza e di altre malattie virali ma limita anche le infezioni dovute allo sfregamento delle mani sporche su occhi e bocca come le afte o la congiuntivite. Attenzione però a come le lavate. Non basta un passata veloce sotto l’acqua. Per un risultato ottimale bisogna lavare le mani con sapone ed acqua corrente per circa 60 secondi, facendo particolare attenzione agli spazi tra le dita ed asciugando infine accuratamente con una salvietta o un getto di aria calda. Durante l’operazione è bene togliere anelli o bracciali che, se rimanessero umidi, potrebbero diventare un ottimo rifugio per i batteri.  

Gli ingredienti del disinfettante

Da quando anche in Italia è scattata l’emergenza sanitaria dovuta al Covid19, i disinfettanti in commercio sembrano essere diventati introvabili. È per questo motivo che l’OMS ha deciso di fornire le istruzioni necessarie alla preparazione del disinfettante fai-da-te. Per prepararlo è necessario un recipiente graduato ben pulito ed asciutto, che abbia la capienza di 1 litro e munitevi di una siringa per misurare le dosi più piccole con precisione. Gli ingredienti sono alcol da liquori (quello bianco che può essere utilizzato per la preparazione del limoncello o delle ciliegie sotto spirito), l’acqua ossigenata e la glicerina (che potete acquistare in farmacia).

Come preparare il disinfettante

Versate nel recipiente 833 ml di alcol. Aggiungete, con l’ausilio della siringa, 42 ml di acqua ossigenata e mescolate. Adesso è il momento di aggiungere 15 ml di glicerina. La glicerina è molto densa quindi se non riuscite a misurarla con la siringa sappiate che 15 ml corrispondono a 18,9 grammi.

Li potete misurare con una bilancia elettronica da cucina assicurandovi di utilizzare un cucchiaio e un recipiente per la misurazione ben pulito. Miscelate bene e poi aggiungete dell’acqua precedentemente bollita e raffreddata sino ad arrivare alla tacca del litro presente sulla vostra brocca. Avete così ottenuto un litro di disinfettante fatto in casa che potrete ora suddividere in diversi flaconi. 

Leggi anche:

Coronavirus e prevenzione: le norme igieniche consigliate dal Ministero

Coronavirus: che cos’è, sintomi e le indicazioni per non contrarlo

Raffreddore: 10 errori da evitare se si ammala il tuo bambino